Castello Sannazzaro

Visita guidata

La visita parte dalla trecentesca chiesa di San Giacomo che ospita quadri e affreschi del Cinquecento, prosegue con l’ingresso e il cortile interno da cui si accede al grande salone d’ingresso con i suoi affreschi neogotici. Segue la stanza della musica di impianto tardo settecentesco e ricca di oggetti e cimeli di famiglia. Salendo per lo scalone principale, anch’esso neogotico si accede all’antisalone e alla sala da ballo. Quest’ultima molto ricca di decorazioni ottocentesche tra cui gli affreschi della volta che ricordano la figura del fantasma, il giovane pittore torinese Grosso che qui morì, vittima della sua arte. A lato della sala da ballo sono poi visitabili 4 camere da letto: la camera a fiori o camera verde, la camera blu o dei pizzi, la camera rosa e la suggestiva camera del baldacchino bianco che prende il nome da un letto francese del Settecento. Si passa poi al guardaroba grande che ancora mantiene il suo utilizzo originale e che ospita una piccola collezione di ferri da stiro di varie epoche. L’ultima stanza visitabile è il salottino della torre di nordovest o salottino cinese. Attraverso le scale della torre principale o torre di vedetta si riscende nel cortile interno. Uscendo è possibile visitare il giardino con un grande parco all’inglese e importanti alberi centenari e parte dei fondi e delle vecchie cantine.

Date di apertura

Il castello è visitabile alcune domenica o feste nazionali ogni anno secondo il calendario indicato nella sezione notizie, oppure nei siti:

www.castelliaperti.it o www.castellipiemontesi.it

Il castello è visitabile tutto l’anno su appuntamento

Orari e biglietti

Visite alle ore 11:00, 15:00, 16:00 e 17:00.
Su richiesta, possibile alle ore 18:00.

Intero: €  10

Tariffa gruppi: € 8 (minimo 10 persone)

Ridotto: ragazzi tra i 12 e 17 ani €5
Gratuito: per bambini di età inferiore a 12 anni

Scuole: €3 a bambino

Libro delle dediche

“Una splendida sorpresa, soprattutto gli interni. Grazie di aver messo a disposizione un pezzo di storia”.

un visitatore